La candida

La Candida albicans è un’ospite abituale dell’organismo umano, innocuo se presente in quantità limitate, che vive in molte cavità corporee come l’apparato digerente, il cavo orale, la vagina.

In condizioni normali la Candida albicans è presente in forma latente e asintomatica.  In particolari condizioni e per varie cause, come un calo delle difese immunitarie, terapie antibiotiche o cortisoniche, l’uso di contraccettivi orali, abitudini errate, soprattutto all’eccesso di zuccheri e di carboidrati raffinati, che provocano l’alterazione della flora microbica, il diabete mellito, la gravidanza, il sovrappeso, un uso eccessivo di lassativi drastici, si altera l’equilibrio fisiologico fra l’ospite fungino e l’organismo ospitante, per cui si manifesta un aumento anomalo delle colonie del fungo, che da ospite saprofita benigno e a bassa virulenza, diventa parassita opportunista accrescendo la sua aggressività. Questo determina l’insorgenza della malattia, chiamata candidosi, che può localizzarsi in diversi distretti dell’organismo, come la bocca (mughetto), l’ambiente vaginale, quello intestinale e la pelle.

L’affezione più importante per la sua diffusione è senz’altro la vaginite da Candida, che si manifesta in un’alta percentuale di donne, nelle quali il 90% delle vaginiti è causato dalla Candida albicans. 

Come si manifesta la candida?

La candidosi vaginale provoca un forte arrossamento delle mucose, che causa dolore, bruciore, prurito, a volte anche molto intensi, con secrezioni biancastre e può comportare grande disagio e fastidio, oltre ad interferire con la normale vita sessuale.
L’infezione da Candida interessa generalmente donne in età fertile ma si può manifestare anche nelle bambine e nelle neonate, anche a causa dell’irritazione talvolta provocata dall’uso troppo frequente di detergenti sbagliati, che alterano il fisiologico film idrolipidico di protezione e il pH di pelle e mucose, o dai pannolini  che favoriscono un ambiente caldo-umido.
Per lo stesso motivo sarebbe bene non utilizzare, se si è predisposti a questo tipo di infezione, i cosiddetti “salvaslip”, la biancheria sintetica, i pantaloni troppo stretti, poiché limitano la traspirazione delle mucose, e cambiare frequentemente gli assorbenti interni.

Acquista subito i prodotti per difenderti dalla candida!

Come difendersi?

Per evitare la Candidosi e le sue frequenti recidive, bisogna cercare di evitare tutti i fattori di rischio e curare in modo scrupoloso l’igiene della persona, in particolare l’igiene intima, utilizzando detergenti specifici, delicati e leggermente acidi, che possibilmente contengano estratti di piante dalle proprietà disinfettanti, antinfiammatorie, lenitive, emollienti e cicatrizzanti.
E’ utile anche ridurre il consumo di cibi zuccherini e lievitati, che favoriscono la malattia.
E’ indispensabile non trascurare il primo episodio di candidosi vaginale, proseguendo le terapie e gli eventuali trattamenti fitoterapici, per un tempo piuttosto lungo, in modo da evitare che eventuali parassiti sopravvissuti non diventino resistenti alle terapie stesse.

Esistono poi integratori specifici che contengono principi attivi già dosati nei giusti rapporti, in modo da sfruttare le loro proprietà in totale sicurezza senza provocare effetti indesiderati, che contengono piante con proprietà battericide, antifungine e antivirali, in modo da agire con un ampio spettro di azione, poiché la presenza della Candida albicans può essere accompagnata da altri agenti patogeni. 

  • Estratto di Semi di Pompelmo

Un approccio che sia al tempo stesso efficace sulla candida ma innocuo sulla flora fisiologica delle mucose, è possibile grazie alle straordinarie proprietà dell’Estratto di semi di Pompelmo.   I risultati ottenuti nei confronti di candida, non lasciano infatti dubbi sul fatto che i semi pompelmo siano il rimedio di elezione per la candidosi vaginale e intestinale. La sua efficacia e rapidità d’azione, unite alla caratteristica più unica che rara di non intaccare in modo significativo la flora microbica intestinale, come confermato da studi specifici, ne fanno un rimedio veramente straordinario per controllare la proliferazione patogena della candida.

Quindi, per l’azione diretta sulla candida e indiretta sul rafforzamento del sistema immunitario, costituisce un validissimo rimedio naturale per debellare la candida proteggendo la flora fisiologica delle mucose.

I semi di pompelmo sono stati quindi sapientemente inseriti in formulazioni, ad uso locale o sistemico, per il trattamento di questa problematica, coadiuvato da altri componenti vegetali.

  • Cranberry

L’ efficacia antibatterica del Cranberry, o mirtillo rosso, deriva dalla capacità di rendere antiadesiva la superficie delle mucose, impedendo quindi l’adesione cellulare dei batteri patogeni responsabili della Candida e di altri disturbi.

  • Tabebuia

La Tabebuia rafforza il sistema immunitario e può essere consigliato a tutti, poichè con esso il fegato e il sistema linfatico raggiungono condizioni ottimali, senza sforzi e senza effetti collaterali. Ha notevole azione antimicotica e antimicrobica contro virus e parassiti.

  • Aloe Vera

L’Aloe presenta attività antifungine e antibatteriche su diversi ceppi quindi è un ottimo rimedio per aumentare le difese immunitarie e favorire un fisiologico funzionamento delle mucose intestinali.

  • Olio essenziale di cannella

Da uno studio tedesco risulta che l’olio essenziale di cannella sopprime completamente il batterio dell’ Escherichia coli, che provoca infezioni all’ apparato urinario, ed il fungo Candida albicans, responsabile di infezioni vaginali.

  • Olio essenziale Tea Tree

E’ un potente antibatterico, antisettico e antimicotico. Il Tea Tree Oil contiene esattamente ben 48 principi attivi, di cui i più importanti sono il Terpinene e il Cineolo. La sua azione antibiotica è quindi efficace contro batteri e funghi, anche se si soffre di candida recidiva.

 

Dott.ssa Cinzia Cazzato

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *