MCS: la malattia fantasma che nasce dall’inquinamento

MCS: la malattia fantasma che nasce dall’inquinamento

Sempre più spesso capita che entrino in erboristeria persone che chiedono un bagnoschiuma o uno Shampoo neutro, senza additivi chimici, in quanto notano che dopo aver fatto la doccia con un detergente commerciale, la pelle si arrossa o presenta macchie o bollicine. Questo fastidio che si presenta è dovuto principalmente a tutte le sostanze chimiche di sintesi o derivati dal petrolio presenti nei più comuni detergenti. Se l’esposizione a tali composti continua, si può avere una reazione esagerata, che può sfociare in una intolleranza, allergie, o altre malattie.

Cos’è la MCS,  sindrome da sensibilità multipla

La sensibilità chimica multipla è una delle malattie più gravi conosciute al mondo, implica una invalidità totale che porta all’isolamento fisico e impedisce qualsiasi forma di vita sociale, in quanto per sfuggire a contatto con tutte le sostanze chimiche che possono risultare aggravanti, il malato deve ritirarsi a vita privata, evitando la vicinanza con gli altri e con tutti i luoghi di vita sociale compresi scuole, palazzi istituzionali, lavoro, cinema, ristoranti eccetera eccetera. I malati non possono recarsi nemmeno in ospedale qualora una reazione a determinate sostanze si presentasse particolarmente forte o a rischio di vita. La vita subisce uno sconvolgimento e isolamento pressoché totale e familiari per poter vivere con il malato devono adeguarsi drasticamente al loro stile di vita. La malattia è per ora priva di cure e la fondazione americana suggerisce regole di prevenzione considerando che la riduzione dell’esposizione alle sostanze chimiche migliora la salute dei pazienti affetti da MCS, tra queste o utilizzare i prodotti per l’igiene la pulizia propria e di casa il più naturali possibile ed evitare i profumi. *

Una percentuale di persone sempre crescente, presenta la Sindrome da sensibilità chimica multipla. Questa è una forte intolleranza alle esposizione a sostanze chimiche normalmente presenti. Infatti spesso questa sindrome viene scambiata per una forte allergia in quanto i sintomi possono apparire o scomparire a seconda della vicinanza o della lontananza dalla causa scatenante. Le sostanze chimiche che scatenano questa “allergia” sono, purtroppo, comunemente e diffusamente presenti nell’ambiente come detersivi, profumi, insetticidi, pesticidi, vernici, solventi, fumi, scarichi, farmaci, praticamente tutti derivati della industria chimica e petrolchimica. La MCS è una malattia progressiva e irreversibile che con il passare degli anni cronicizza sfociando in varie patologie. Questa sindrome è correlata ai danni prodotti dall’inquinamento ambientale sul sistema metabolico.

La pelle sensibile è un tessuto indebolito nella sua struttura organica (manto idrolipidico, derma), suscettibile a reagire facilmente all’ambiente esterno. È potenzialmente esposta ad irritazioni, infiammazioni, reazioni di tipo allergico ogni qualvolta viene a contatto con fattori esterni aggressivi sia di natura climatica (sole, vento, sbalzi di temperatura), che di natura chimica (cosmetici, detergenti, detersivi, profumi, inquinanti ambientali).
Le cause di sensibilità ed ipersensibilità cutanea possono essere molteplici e spesso concomitanti, a volte di sono di natura e ereditaria, Anche se poi informazione genetica viene attivata in condizioni favorenti, spesso di natura ambientale, la quale attiva reazioni di tipo immunitario. Tra il 1930 il 2000 la produzione globale di sostanze chimiche prodotte dall’uomo è aumentata da 1 a 400 milioni di tonnellate l’anno, e negli ultimi 50 anni l’uomo ha immesso nell’ambiente circa 80.000 nuove sostanze chimiche. Ogni giorno assumiamo più o meno consapevolmente non meno di 100 sostanze chimiche di sintesi attraverso il cibo, l’acqua e l’aria che respiriamo. Purtroppo pochissime di queste sostanze sono state studiate in rapporto ai loro effetti sull’organismo umano e poca attenzione è stata data all’esposizione protratta nel tempo a piccole quantità di sostanze chimiche. La contaminazione del cibo e dell’ambiente costituisce un fattore di rischio per diverse patologie come asma, dermatiti, e può portare uno stato di stress con conseguente sensibilizzazione chimica.

Come affrontare la  MCS

In Erboristeria Chiara Natura puoi trovare una linea cosmetica con detergente, shampoo e fluido corpo. In questi prodotti è stato evitato tutto ciò che è superfluo. La linea è priva di ingredienti chimici, di profumi e di oli essenziali ed è stata studiata per il trattamento della pelle sensibile e per la prevenzione dell’ipersensibilità. Il detergente è indicato per il lavaggio del corpo intimo viso mani anche nei bambini e negli anziani. La totale assenza all’interno della formula non solo di sostanze irritanti, ma anche in generale di estratti odorosi, rende il prodotto adatto ad ogni tipo di cute come prevenzione e utili alle pelli con squilibri, ipersensibilità e manifestazioni cutanee avverse. Lo Shampoo delicato indicato per il lavaggio della cute e del cuoio capelluto dei bambini adulti e anziani. In particolare in presenza di cute iper sensibile e reattiva, pruriti e secchezza. Anche nell’uso frequente. Il fluido idratante a una formula cosmetica studiata per idratare e rafforzare la cute di chi è intollerante ad ogni tipo di profumo ed odore. Trova impiego nell’uso giornaliero in ogni parte del corpo viso, corpo, mani, ad ogni età.

Dott.ssa Cinzia Cazzato

*SIMA  –  Società Italiana di Medicina Ambientale Onlus

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *