Sicurezza alimentare: gli integratori

Sicurezza alimentare: gli integratori

I CIBI PIU’ PERICOLOSI                             MOTIVAZIONE

  • Pesce dalla Spagna (96) metalli pesanti in eccesso (mercurio e cadmio)
  • Dietetici/integratori da USA (93)             ingredienti e novel food non autorizzati
  • Arachidi dalla Cina (60)                           aflatossine oltre i limiti
  • Peperoni dalla Turchia (56)                     pesticidi oltre i limiti
  • Pistacchi dall’Iran (56)                             aflatossine oltre i limiti
  • Fichi secchi dalla Turchia (53)                aflatossine oltre i limiti
  • Carni di pollo dalla Polonia (53)               contaminazioni microbiologiche (salmonella)
  • Nocciole dalla Turchia (37)                     aflatossine oltre i limiti
  • Arachidi dagli USA (33)                           aflatossine oltre i limiti
  • Pistacchi dalla Turchia (32)                     aflatossine oltre i limiti
  • Peperoncino dall’India (31)                      aflatossine e salmonella oltre i limiti
  • Albicocche secche da Turchia (29)        solfiti oltre i limiti
  • Noce moscata da Indonesia (25)            aflatossine oltre i limiti, certificato sanitario carente
  • Carni di pollo dai Paesi Bassi (15)           contaminazioni microbiologiche

Fonte: Elaborazioni Coldiretti dati Rasff 2016

Al secondo posto della lista dei cibi più pericolosi stilata da Coldiretti troviamo: “Gli integratori alimentari con ingredienti non autorizzati provenienti dagli Stati Uniti”!
Ormai si stima che più del 30% della popolazione preferisce comprare integratori on-line a prezzi molto ma molto inferiori rispetto a quelli presenti in erboristeria.
La Unc (Unione Nazionale Consumatori) in collaborazione con Aiipa (Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari) avverte che 7 integratori venduti online su 10 sono falsificati e contengono sostanze dannose per la salute.
Io stessa potrei fare esempi di integratori venduti online di dubbia provenienza. Ci sono addirittura delle persone che dopo aver acquistato un integratore online vengono da me per chiedere consiglio su un problema che hanno. Dopo aver spiegato loro cosa dovrebbero prendere, mi viene detto che la tale cosa l’hanno già trovata e “non funziona” oppure “mi ha fatto male”. Guarda caso la tale cosa era stata acquistata online, ad un prezzo bassissimo, con dentro poco o nulla di quello che realmente serviva! Ed allora inizio a spiegare che:
”Ogni integratore messo in commercio nel nostro Paese deve superare un controllo da parte del Ministero della Salute a cui devono essere notificate le ricette di tutti i nuovi preparati, che sono poi inseriti nel Registro degli integratori.
Quando si acquista da un sito straniero invece gli integratori non sono stati notificati al Ministero italiano. Quindi le vendite online sono fuori controllo, ci si può trovare di tutto! Addirittura in alcuni  integratori proteici, le proteine sono ricavate dagli insetti!
Fate attenzione a ciò che acquistate, sappiate che risparmiare sulla salute è molto pericoloso!!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *