Attenti al sale!!

Attenti al sale!!

Il sale, cloruro di sodio, è un minerale essenziale per il corpo umano: assunto attraverso i cibi, contribuisce a regolare naturalmente l’equilibrio dei liquidi all’interno dell’organismo. Secondo le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), gli adulti dovrebbero consumare meno di 5 grammi di sale al giorno che corrisponde a circa un cucchiaino.

Tenendo presente che il sodio contenuto in natura negli alimenti è sufficiente a coprire le necessità dell’organismo, dovremmo tutti mangiare senza sale! Infatti più della metà di sodio che ingeriamo deriva da prodotti gastronomici che vengono portati in tavola. Alimenti di origine artigianale o industriale: pane e tutti i prodotti derivati, pizza, torte salate, salumi, formaggi, piatti pronti, minestre pronte, sandwich, cereali, succhi di frutta, bibite ed alimenti surgelati. Tutto il cibo da fast-food come ad esempio, panini, hamburger, patatine fritte, etc. I cibi affumicati e quelli conservati in salamoia. Le carni e i pesci più grassi, come l’agnello, il maiale, l’anatra e il salmone. Inoltre anche alcuni farmaci di utilizzo frequente o per automedicazione come antiacidi, lassativi e sciroppi per la tosse.

Ridurre la quantità di sale che si consuma giornalmente non è difficile, soprattutto se la riduzione avviene gradualmente. Infatti il nostro palato si adatta facilmente ed è quindi possibile rieducarlo a cibi meno salati. Entro poco tempo questi stessi cibi appariranno saporiti al punto giusto!

Assumere troppo sale è nocivo per la salute: fa male allo stomaco, aumenta le quantità di calcio nei reni ed aumenta il rischio di ipertensione arteriosa. Inoltre favorisce la ritenzione idrica, la formazione di edemi e la cellulite. Infine, forse non tutte lo sanno, il sale stimola l’appetito: più un cibo è salato e più si ha voglia di continuare a mangiarne. Adottare quindi un regime che ne preveda la riduzione o l’eliminazione permette di ottenere benefici sia sulla salute che sulla forma fisica.

Segui questi suggerimenti per eliminare il sale senza troppa fatica!

Diminuisci l’utilizzo del sale mentre cucini e al suo posto usa le erbe aromatiche come aglio, cipolla, porro, prezzemolo, sedano, basilico, rosmarino, salvia, menta, maggiorana, origano, timo, semi di finocchio e le spezie come pepe, peperoncino, cannella, noce moscata, zafferano, curry per aromatizzare i cibi.

Condisci i cibi usando succo di limone o aceto.

Evita i cibi fritti e affumicati.

Scegli i prodotti a basso contenuto di sale ossia pane senza sale, tonno in scatola a basso contenuto di sale, etc.

Evita gli alimenti confezionati, precotti e conservati.

Scegli i latticini freschi a ridotto contenuto di grassi piuttosto che formaggi stagionati.

Riduci gli insaccati.

Il sale è presente anche in merendine, olive, sottaceti, ketchup, senape e salse miste quindi cerca di evitarli.

Evita l’assunzione di cibi in scatola che scatola contengono sicuramente più sale e nelle emergenze, non usare il liquido presente nella scatola e risciacqua con abbondante acqua.

Impara a leggere le etichette alimentari per evitare i cibi in cui siano presenti glutammato di sodio E621 (dadi), benzoato di sodio E211 che troviamo soprattutto in sughi e margarine e citrato di sodio E331 spesso presente anche nei dolci o nei lieviti per dolci.

Riduci o limitare il consumo di farmaci antiacidi, lassativi e altri farmaci ad elevato contenuto di sodio.

Controlla che l’acqua minerale che acquisti riporti in etichetta senza sodio.  

AVVERTENZE

Le informazioni contenute nell’articolo sono di carattere generale, puramente indicative e non sostituiscono in nessun caso le indicazioni del proprio medico.