La candida

La candida

Che cos’è la candida?

La candida vive nell’organismo umano in stretta relazione con esso, senza danneggiarlo né portandogli benefici. Quando diventa patogena (solitamente per un’alterazione dell’ambiente in cui si trova e della flora che la circonda), emette delle ramificazioni che si agganciano ai tessuti e si trasforma in organismo opportunista, cioè approfitta dell’organismo umano, che la ospita. Prolifera in maniera esagerata, tanto da diventare parassita e da arrecare un danno all’ospite.

Quali sono le cause di sviluppo della candida?

La candida diventa parassita e sviluppa un’infezione patogena in seguito a un’immunosoppressione del sistema immunitario, come:

  • In seguito a terapia antibiotica o cortisonica, soprattutto se prolungate nel tempo.
  • Per l’uso di contraccettivi estroprogestinici, che può alterare la normale flora batterica vaginale.
  • In seguito all’uso di farmaci immunosoppressori.
  • A causa di malattie autoimmuni, come artrite reumatoide, lupus eritematoso, …
  • A causa di malattie endocrine, come ipotiroidismo.
  • In seguito a diabete.
  • Per carenze vitaminiche.
  • Durante la gravidanza.

Quali sono i sintomi della presenza di una candidosi?

  • Dolore e gonfiore
  • Prurito e rossori
  • Perdite vaginali biancastre
  • Fastidio durante la minzione
  • A volte macchie biancastre sella pelle della zona vaginale

Come prevenire e combattere le candidosi?

Le regole base di qualsiasi dieta per sconfiggere la candida impongono l’allontanamento di:

  • zuccheri
  • alcolici
  • cibi ricchi di lieviti

Quindi in caso di candida, bando a saccarosio, bevande zuccherate ed alcoliche (bibite, birra, etc.), cibi affumicati e ricchi di conservanti, pane e formaggi a pasta dura, etc.

Per evitare recidive è bene continuare a moderare l’assunzione di zuccheri semplici e carboidrati ad alto indice glicemico anche dopo la fase acuta.