Olio di Neem

Olio di Neem

L’olio di neem vanta molteplici proprietà tra cui antinfiammatorie, antibatteriche, antiparassitarie e antibiotiche. Può essere aggiunto alle creme naturali o all’olio di jojoba oppure l’olio di mandorle dolci per sfruttare le sue caratteristiche antietà ed antiossidante, antiinfiammatoria e cicatrizzante nei confronti delle irritazioni che colpiscono la pelle, in paste dentifricie che vanno a combattere in maniera efficace lo sviluppo della placca e svolgono anche un’azione sbiancante sui denti. Per quanto riguarda la cura dei capelli, se si aggiunge qualche goccia di olio di neem allo shampoo che si usa abitualmente, può prevenire la forfora e nei bambini in età scolare evita la formazione e la diffusione di un classico problema come i pidocchi.

Puoi trovarlo direttamente qui, nel mio shop online

Vuoi provare l'olio di neem?

Personalmente, dal momento che l’olio puro di Neem ha un odore non gradevole, io lo suggerisco per queste altre proprietà:
ha una forte attività antifungina nei confronti di ben quattordici tipi di funghi che vanno ad attaccano la pelle tra cui la Candida Albicans e la Tigna, contrasta i parassiti che possono colpire il cuoio capelluto, come ad esempio i pidocchi particolarmente diffusi tra i bambini, ma anche gli acari della scabbia. Per la sua azione antimicotica è indicato per trattare i problemi legati alle micosi utilizzandolo puro. L’olio di Neem risulta essere particolarmente efficace anche per la cura degli animali come antipulci e antizecche applicandolo in gocce direttamente sul pelo dell’animale domestico, in maniera tale da tenere distanti sia le pulci che altre tipologie di parassiti.
Lo consiglio vivamente per il trattamento delle piante in quanto riesce a contrastare in maniera efficace tutti i parassiti che possono provocare dei notevoli danni in ambito agricolo.
Quest’olio si può impiegare anche come validissimo antizanzare. Infatti, nel momento in cui vi trovate in una stanza e una zanzara vi punga, ecco che si può utilizzare qualche goccia di questo prodotto direttamente sul gonfiore provocato dalla puntura, per dare sollievo contro il rossore e il prurito. Inoltre, si può sfruttare anche insieme all’acqua stagnante da collocare nei sottovasi, in maniera tale da evitare che le larve di zanzara possano giungere a maturazione. Come antiacaro, è sufficiente aggiungere qualche goccia di olio di neem all’acqua, diluendole in maniera tale da ricavare uno spray del tutto naturale che si può sfruttare nelle varie stanze dell’abitazione oppure su coperte, tappeti e quant’altro prima di pulirli e lavarli, in modo tale da distanziare il più possibile il pericolo rappresentato dagli acari.